Area Studenti

Hai perso la password?
ISSR DonnareginaISSR Donnaregina

Segreteria

Iscrizioni

È possibile iscriversi presso l’ISSR secondo quattro modalità:

Ordinari sono gli Studenti che, in possesso del prescritto titolo di studio, frequentano tutti corsi e le esercitazioni prescritte,superando i relativi esami, per il conseguimento dei gradi accademici.

Straordinari sono gli Studenti che, pur mancando del prescritto titolo di studio, frequentano tutti i corsi, o una buona parte di essi, sostenendo i relativi esami, possono richiedere semplici attestati di frequenza, ma non possono conseguire i gradi accademici.

Uditori sono gli Studenti che, non volendo conseguire i gradi accademici dell’ISSR, frequentano solo qualche corso, sostenendo eventualmente il relativo esame, in vista del rilascio di attestato di frequenza.

Ospiti sono gli Studenti che, non volendo conseguire i gradi accademici dell’ISSR, desiderano frequentare alcuni corsi, sostenendo il relativo esame, per un eventuale riconoscimento in un altro Istituto.

 

Documenti per l’immatricolazione

a) Istanza redatta su apposito modulo;
b) Lettera di presentazione del Parroco per i laici e del Superiore per i religiosi;
c) Fotocopia di un documento di identità;
d) N. 4 foto formato tessera;
e) Ricevuta di versamento dei diritti amministrativi;

per la Laurea in Scienze Religiose
g) Diploma originale di studi medio-superiori valido per l’iscrizione alle Università statali

per la Laurea Magistrale in Scienze Religiose
g) Diploma originale di Laurea in Scienze Religiose.

 

Tabella dei Diritti Amministrativi A.A. 2016-2017

Modulistica

Le immatricolazioni e le iscrizioni ad anni successivi, per l'a.a. 2016-2017, si potranno effettuare dal 1 settembre al 7 novembre 2016

 

 

Immatricolazioni e iscrizioni studenti stranieri

Per l’immatricolazione di Studenti comunitari, ovunque residenti, e Studenti non comunitari residenti in Italia vale quanto sopra  tranne:

a) diploma originale di studi medio-superiori conseguito al termine di un periodo scolastico di almeno 12 anni; tale titolo è valido purché consenta l’accesso ad un corso analogo a quello che viene richiesto in Italia presso le Università del paese al cui ordinamento si riferiscono.
I documenti di studio rilasciati da autorità estere vanno corredati di traduzione ufficiale in lingua italiana (la traduzione dovrà essere fatta eseguire a cura degli interessati), nonché di legalizzazione e di “dichiarazione di valore in loco” a cura della Rappresentanza diplomatico-consolare italiana competente per territorio;

b) fotocopia semplice del permesso di soggiorno per l’anno in corso (solo per Studenti stranieri non comunitari);

c) lo Studente dovrà dimostrare la conoscenza della lingua italiana.
Il CdI individuerà le modalità di verifica del possesso della conoscenza della lingua o del riconoscimento di eventuali certificati o attestazioni.

Per l’immatricolazione di Studenti non comunitari residenti all’estero, la vigente legislatura civile italiana prevede un visto prodotto dal Consolato italiano presso il Paese dello Studente rilasciato in seguito ad un certificato di pre-iscrizione redatto dalla Segreteria che prima di rilasciarlo dovrà chiedere:
a) la presentazione dell’Ordinario o di un ecclesiastico;
b) l’attestato dichiarante la cosiddetta “presa in carico” dell’Ente o del privato che garantisce le spese di vitto, alloggio e eventuali soccorsi sanitari, oppure la certificazione di “borsa di studio” ottenuta, o un documento attestante la possibilità di mantenersi personalmente per le spese di studio e soggiorno.

In seguito la Segreteria dovrà:
a) richiedere la certificazione del domicilio che dovrà essere compatibile con la frequenza ai corsi;
b) verificare che dopo la pre-iscrizione segua l’effettiva iscrizione e il regolare decorso dell’iter accademico.

Nel caso si constati la mancanza dell’adempimento di quanto sopra sarà necessario notificare allo Studente la decadenza della sua iscrizione con le conseguenze circa il permesso di soggiorno.

Per l’iscrizione agli anni successivi è necessario presentare una fotocopia semplice del permesso di soggiorno per l’anno in corso.